Pagine

10 maggio 2016

Blog chiuso. Grazie a tutti!

Ci penso già da un paio di mesi e ho preso la decisione di terminare questa avventura.
Da oggi non pubblicherò altro sul blog nè sulla pagina facebook.
Tutto quello pubblicato in questi 4 anni resterà a disposizione ma non ci saranno più nuove ricette.


Un grazie ai pochi che mi hanno seguita, a chi ha commentato e ai tanti che hanno letto, magari anche provato le ricette e mai interagito.


E' tempo di voltare pagina e dedicarsi ad altre cose.


A presto,

Miky.

14 aprile 2016

Platano fritto

Il platano è uno di quei frutti tropicali che volevamo provare da un po', su insistenza del marito durante un giretto da esselunga, lo abbiamo comprato.
Non avendolo mai mangiato prima non sapevamo nè come cucinarlo nè che sapore avesse una volta cotto, ma in cucina se non si sperimenta che gusto c'è?
Alla fine, dopo averlo visto friggere a fette in un documentario su sky, abbiamo optato per farlo così.

La ricetta è davvero semplice ma sfiziosa, questa fettine sono ottime come aperitivo o da sgranocchiare davanti alla tv. Il gusto è piacevole e a me ricorda quello delle banane poco mature e delle patate americane.


Ingredienti:

-platano verde
-olio di arachide per friggere
-sale o altre spezie a piacere

Sbucciate il platano e tagliatelo a rondelle da mezzo centimetro circa, scaldate l'olio e una volta a temperatura fate cuocere il platano per una decina di minuti fino a doratura.

Scolate su un piatto con carta assorbente, salate e gustate le vostre "chips" belle calde!

La confezione ne conteneva 3, uno voglio provare a farlo maturare (ho letto che la buccia deve diventare nera nel giro di due/tre settimane, vedremo!) e provarlo dolce.

Se avete qualche altra ricetta con il platano che volete condividere, scrivetemi! Grazie mille  :)

24 marzo 2016

Torta Pasqualina

Questa settimana ho voluto cimentarmi in una ricetta classica dei menù pasquali, la torta pasqualina.
La ricetta è adattata ai miei gusti da quelle che trovate in rete, io ho scelto di utilizzare della farine integrali per renderla più gustosa.
Che ne dite di provarla? Ecco la ricetta!


Ingredienti per la pasta:

-200gr di farina integrale
-100gr di farina 00
-5 cucchiai di olio evo
-1 cucchiaino di sale fino
-1 bicchiere di acqua circa

Impastate brevemente prima con una forchetta e poi con le mani unte aggiungendo l'acqua poco alla volta, formate una palla e mettetela a riposare coperta.

Intanto che la pasta riposa prepariamo il ripieno ed accendiamo il forno su 200° statico.

Ingredienti per il ripieno:

-500gr di bietoline o erbette
-300gr di ricotta di pecora
-100gr parmigiano reggiano grattuggiato
-4 uova

Lessare le bietoline in acqua salata per una decina di minuti, raffreddarle sotto l'acqua, strizzarle poche alla volta con le mani e tritare a coltello; mettetele via via in una ciotola quindi aggiungete la ricotta e il parmigiano mescolando bene.

Prendete l'impasto e stendetelo sottilmente in due dischi, quello sotto fatelo un pochino più largo, adagiatelo in una pirofila di ceramica unta di burro quindi mettete il ripieno.


Con un cucchiaio fate dei solchi dove andrete a sgusciare le uova, terminate con altro parmigiano e chiudete col secondo disco.
Ungete la superficie con un pochino di olio evo ed infornate a 200°statico per 40 minuti.


Una volta cotta lasciatela riposare prima di mangiarla; noi l'abbiamo consumata dopo qualche ora riscaldandola brevemente su un testo, ma è ottima da gustare anche fredda!

Buona Pasqua a tutti voi!  :)


02 marzo 2016

La frolla perfetta (per me)

Finalmente dopo tanti tentativi ho trovato la ricetta per la frolla perfetta! Ho messo tra parentesi il "per me" semplicemente perchè è soggettivo ma se cercate una frolla friabile e leggera che dura un paio di giorni, allora sarete d'accordo.
La dose è per una crostata da circa 24cm di diametro come da foto. Per farcire ho utilizzato della marmellata di fragole.


Ingredienti:

-200gr farina00
-50gr fecola di patate
-3 tuorli d'uovo
-125gr di burro
-125gr di zucchero bianco

In una ciotola lavorate sfregando tra le dita la farina+fecola col burro a pezzettini, aggiungete lo zucchero e i tuorli ed amalgamate brevemente il tutto.

Formate una palla ed avvolgete in pellicola, mettete in frigorifero per almeno 30 minuti.

Accendete il forno su 170° statico.
Stendete la pasta frolla non troppo spessa su un foglio di cartaforno, ritagliate i bordi in eccesso e dategli una forma circolare quindi mettetela nella tortiera; completate con marmellata e decorazioni ed infornate per 40 minuti.

Una volta cotta lasciate raffreddare e poi gustatevi una bella fetta di crostata!

Buona giornata a tutti Voi!!

07 febbraio 2016

Ravioli cinesi al vapore

Febbraio è il "mio" mese, perchè festeggio il compleanno e perchè ha sempre rappresentato il vero inizio del mio anno nuovo.
E quindi inizio il mio 40esimo anno cimentandomi con una nuova ricetta che credevo complicatissima ed invece mi ha piacevolmente sorpresa con la sua facilità!

I ravioli al vapore li ho sempre mangiati tutti uguali (avete presente vero il raviolo aperto con il pisellino verde al centro?) nei vari ristoranti cinesi dove sono stata; di recente in zona hanno aperto alcuni ristoranti "all you can eat" e in uno li ho finalmente assaggiati fatti artigianalmente così ho voluto replicarli a casa con l'aiuto del marito.
La ricetta proviene sia dalla rete che da giornali, non trovandone una originale ho adattato quelle trovate alla mia poca esperienza ma, sarà la fortuna del principiante, ho azzeccato per noi quella giusta!
Con queste dosi escono circa 40-45 ravioli.


Ingredienti per la pasta:
-350gr di farina 00
-200ml di acqua bollente
-1 cucchiaio di olio di semi di girasole
-1 cucchiaino raso di sale fino

In una ciotola mettete la farina col sale e l'olio, aggiungete l'acqua bollente e mescolate con un cucchiaio di legno. Appena la temperatura lo consente lavorate brevemente con le mani, deve risultare un impasto morbido. Coprite e mettete a riposare per 40 minuti.

Ingredienti per il ripieno:
-200gr di trita di maiale
-200gr di trita di manzo
-100gr di pak choi (cavolo cinese)
-2 cucchiai di salsa di soia
-2 cucchiai di olio di sesamo
-erba cipollina
-sale e pepe

Lavate e tagliate finemente il cavolo (potete sostituirlo coi porri o coi cipollotti) e mescolatelo al resto degli ingredienti. Coprite e lasciate insaporire in frigo per 30 minuti.

Prendete i cestelli in bamboo per la cottura a vapore, i miei da 25cm li ho acquistati su Amazon per 25euro, e mettete altre foglie di cavolo sul fondo che potete sostituire con la cartaforno. Preparate anche la pentola (o il wok) larga abbastanza per contenerli mettendo dell'acqua sul fondo.

La ricetta originale prevede di prendere un pezzetto di pasta, di allargarlo e di farcirlo chiudendo il raviolo; io sono per la praticità e ho diviso l'impasto in due panetti per poi stenderli sottilmente e ritagliare col coppapasta i dischi.
Li ho chiusi sia con lo stampino apposito sia a mano, come potete vedere dalla foto l'unica differenza è che con lo stampino (quelli a destra) avrete i ravioli sigillati tutti uguali mentre a mano no.

 
A mio parere si fa prima a chiuderli a mano che con lo stampino, vedete voi come preferite.
Una volta pronti adagiateli nel cestello distanziati in modo che non si tocchino e cuoceteli a vapore per 10-12 minuti.


Se vi avanza del ripieno come a noi, potete dargli la forma di una polpettona e adagiarla sulla foglia di cavolo cuocendola insieme ai ravioli.


I ravioli vanno serviti caldissimi e mangiati con della salsa di soia; se avanzano sono buonissimi anche il giorno dopo magari ripassati in padella con un filo di olio di sesamo.

Buona giornata a tutti voi!  :)

Edit: li ho rifatti con sola trita di maiale e cipollotti a rondelle, sono perfetti. Ho provato la cottura con la cartaforno, se potete utilizzate le foglie di verdura perchè sono più buoni!
Miky