Pagine

07 febbraio 2016

Ravioli cinesi al vapore

Febbraio è il "mio" mese, perchè festeggio il compleanno e perchè ha sempre rappresentato il vero inizio del mio anno nuovo.
E quindi inizio il mio 40esimo anno cimentandomi con una nuova ricetta che credevo complicatissima ed invece mi ha piacevolmente sorpresa con la sua facilità!

I ravioli al vapore li ho sempre mangiati tutti uguali (avete presente vero il raviolo aperto con il pisellino verde al centro?) nei vari ristoranti cinesi dove sono stata; di recente in zona hanno aperto alcuni ristoranti "all you can eat" e in uno li ho finalmente assaggiati fatti artigianalmente così ho voluto replicarli a casa con l'aiuto del marito.
La ricetta proviene sia dalla rete che da giornali, non trovandone una originale ho adattato quelle trovate alla mia poca esperienza ma, sarà la fortuna del principiante, ho azzeccato per noi quella giusta!
Con queste dosi escono circa 40-45 ravioli.


Ingredienti per la pasta:
-350gr di farina 00
-200ml di acqua bollente
-1 cucchiaio di olio di semi di girasole
-1 cucchiaino raso di sale fino

In una ciotola mettete la farina col sale e l'olio, aggiungete l'acqua bollente e mescolate con un cucchiaio di legno. Appena la temperatura lo consente lavorate brevemente con le mani, deve risultare un impasto morbido. Coprite e mettete a riposare per 40 minuti.

Ingredienti per il ripieno:
-200gr di trita di maiale
-200gr di trita di manzo
-100gr di pak choi (cavolo cinese)
-2 cucchiai di salsa di soia
-2 cucchiai di olio di sesamo
-erba cipollina
-sale e pepe

Lavate e tagliate finemente il cavolo (potete sostituirlo coi porri o coi cipollotti) e mescolatelo al resto degli ingredienti. Coprite e lasciate insaporire in frigo per 30 minuti.

Prendete i cestelli in bamboo per la cottura a vapore, i miei da 25cm li ho acquistati su Amazon per 25euro, e mettete altre foglie di cavolo sul fondo che potete sostituire con la cartaforno. Preparate anche la pentola (o il wok) larga abbastanza per contenerli mettendo dell'acqua sul fondo.

La ricetta originale prevede di prendere un pezzetto di pasta, di allargarlo e di farcirlo chiudendo il raviolo; io sono per la praticità e ho diviso l'impasto in due panetti per poi stenderli sottilmente e ritagliare col coppapasta i dischi.
Li ho chiusi sia con lo stampino apposito sia a mano, come potete vedere dalla foto l'unica differenza è che con lo stampino (quelli a destra) avrete i ravioli sigillati tutti uguali mentre a mano no.

 
A mio parere si fa prima a chiuderli a mano che con lo stampino, vedete voi come preferite.
Una volta pronti adagiateli nel cestello distanziati in modo che non si tocchino e cuoceteli a vapore per 10-12 minuti.


Se vi avanza del ripieno come a noi, potete dargli la forma di una polpettona e adagiarla sulla foglia di cavolo cuocendola insieme ai ravioli.


I ravioli vanno serviti caldissimi e mangiati con della salsa di soia; se avanzano sono buonissimi anche il giorno dopo magari ripassati in padella con un filo di olio di sesamo.

Buona giornata a tutti voi!  :)

Edit: li ho rifatti con sola trita di maiale e cipollotti a rondelle, sono perfetti. Ho provato la cottura con la cartaforno, se potete utilizzate le foglie di verdura perchè sono più buoni!
Miky

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! : )